Movimento 5 stelle: chi fa cosa…

E’ bene, soprattutto per chi ha dei dubbi, ascoltare uno dei video  in cui Roberto Fico e  Alessandro Di Battista  spiegano come dovrebbero funzionare i gruppi organizzati sul territorio (meetup) e rileggere la lettera a suo tempo inviata ai simpatizzanti http://www.beppegrillo.it/2015/07/lettera_ai_meet_up.html  .

Ruoli ben distinti e separati quelli dei gruppi sul territorio da quelli dei portavoce  del Movimento 5 stelle eletti e dai comitati che presentano le liste elettorali per la certificazione allo Staff.

Importanti, in particolare, le considerazioni al minuto 42 del video fatte da Alessandro Di Battista.

Dalla lettera:

“I Meetup da soli non sono il Movimento 5 Stelle

1) I meetup non possono usare il logo del Movimento Stelle, neanche modificandolo.
2) I portavoce eletti non possono essere organizer o assistant organizer del meetup.
3) Gli organizer e gli assistant hanno un ruolo operativo e di facilitatori nei rapporti e nell’organizzazione interna, non hanno funzione di rappresentanza verso l’esterno.
4) La comunicazione del Movimento 5 Stelle è curata dagli staff appositamente creati a supporto del lavoro dei portavoce dentro le istituzioni, o direttamente dai portavoce che non hanno la possibilità di avere uno staff di comunicazione. Qualsiasi dichiarazione agli organi di stampa degli iscritti al meetup viene effettuata esclusivamente a titolo personale o di un gruppo di cittadini impegnato su un tema, senza la spendita del nome di Beppe Grillo o del Movimento 5 Stelle.
5) I meetup hanno ambito territoriale ristretto. Per la loro stessa natura orientata ai temi locali, non hanno motivo di esistere meetup regionali o nazionali.”

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*