LA BANDA AUTONOMISTA DEL 10%

I partiti e movimenti difensori dell’Autonomia, di maggioranza come di opposizione, si trovano sempre tutti d’accordo sul fatto che una riduzione del 10%, applicata solo furbescamente su di una parte dello stipendio quella denominata indennità di carica, sia sufficiente a lavarsi la coscienza.

Lo ha fatto prima Alpe (va precisato che il consigliere di Alpe che si prende oltre allo stipendio 859 euro in più perchè segretario del consiglio ne restituisce la metà 🙂 ), ora lo hanno annunciato anche UV, Stella Alpina e PD.

Facciamo un po’ di numeri: sono 251,99 circa euro netti di riduzione su 5.600 euro netti circa.

Poi viene approvato un emendamento sui vitalizi che vengono attualmente dati a ex consiglieri e vedove.

Qui si prevede una riduzione, ma solo per i prossimi tre anni (2016, 2017 e 2018),  scaglioni in base ad aliquote del 6, 9, 12 e 15% differenziate a seconda dell’importo mensile erogato. Questi tagli saranno aumentati del 40% nel caso in cui l’ex consigliere percepisca anche vitalizi come ex parlamentare italiano o europeo.

Cosa succede in pratica: l’ex consigliere che si becca più di 5.000 euro lordi di vitalizio al mese avrà una riduzione a 4.250.

Chi ha anche il vitalizio perchè ex parlamentare italiano o europeo avrà una riduzione, facciamo il caso peggiore a livello di penalizzazione, del 21% perchè è il 40% viene calcolato sulla percentuale del 15%.

Quindi si prenderà oltre la sua pensione personale, quella da parlamentare italiano e/o europeo, il vitalizio regionale pari a 4.000 euro circa invece che 5.000.

Ci pare che lo sforzo fatto dagli autonomisti sia veramente poca cosa rispetto alle riduzioni che avevamo proposto che pretendevano giustamente i valdostani in un periodo così difficile.

Tanto più che se dovessimo dare una valutazione ai politici presenti e passati guardando i risultati disastrosi in alcuni settori la giustizia vorrebbe che siano loro a restituire quanto indebitamente percepito quando erano in carica.

Ma la prossima settimana si ridiscuterà in 1^ Commissione consiliare del disegno di legge del Movimento 5 stelle sull’abolizione completa dei doppi vitalizi. Ne sentiremo delle belle…

Cifre salvo errori od omissioni che sarei ben lieto di poter ridurre al ribasso.

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*